INCONTRO SUL FEMMINICIDIO

PRESSO L'ISTITUTO ALBERGHIERO DI BRINDISI SI È TENUTO UN INCONTRO SUL FEMMINICIDIO 
Agli organi di stampa con preghiera di diffusione 
Comunicato Stampa 
Presso l'Istituto Alberghiero Sandro Pertini di Brindisi, si è tenuto un
interessante incontro sul "Femminicidio", organizzato dal Lions Club Brindisi e il
Leo Club Virgilio di Brindisi, per provocare i giovani e renderli partecipi di
questo terribile fenomeno. Dopo i saluti del Dirigente dell'Alberghiero, prof.
Vincenzo Micia, ha relazionato sull'argomento, il dott. Mario Paciaroni, già
Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di La Spezia. Ogni anno, nel mondo,
vengono uccise 87.000 donne, l'82% fra le mura domestiche. Violenza contro donne
che vengono uccise solo perché sono donne, per motivi di genere. La relazione è
stata arricchita da documenti vari. È stato proiettato il cortometraggio
"Metamorfosi", la storia di Dafne che, dopo avere subito violenze fisiche e mentali,
finalmente, comprende la gravità della situazione. Purtroppo, però, per
ingenuità, incontra nuovamente quello che era l'uomo che aveva amato e che la
ucciderà. Si è discusso sugli errori che una donna fa per amore, come credere nel
pentimento dopo avere subito mesi di maltrattamenti. Non può esserci amore dove
c'è violenza. Il termine Femminicidio, è nato nel 1993, per indicare gli omicidi
della donna "in quanto donna", omicidi basati sul genere, ed è salito alla ribalta
grazie al film "Bordertown", in cui vengono raccontati i fatti avvenuti nella
cittadina di Ciudad Juarez. Furono ritrovati i corpi di tante donne e venne a galla
l'inerzia delle istituzioni locali e della Magistratura, nei confronti di quanto
stava accadendo. Corpi martoriati, da cui venivano prelevati organi che servivano
per un ignobile traffico. Un giorno, una nativa del posto, raccolse tante scarpette
rosse e si recò presso il Consolato, per protestare contro tutto quello che stava
avvenendo nella sua città. La protesta con le scarpette rosse, in seguito, si è
diffusa in tutto il mondo. Il rosso è il colore dell'amore, ma anche del sangue.
Molto toccante la poesia dedicata a Fabiana, una quindicenne bruciata viva dal suo
fidanzatino. Tante altre testimonianze di fatti efferati contro le donne, hanno
coinvolto i ragazzi che hanno seguito l'incontro con molta attenzione. Bisogna fare
comprendere alle nuove generazioni che le donne non sono degli oggetti, non sono
cose da trattare con violenza. Non si può più accettare che, ogni giorno, tante
donne vengano uccise. Inoltre, bisognerebbe, anche, fare in modo di avere pene
certe, senza sconti, per gli assassini. Un problema grave, molto lontano dall'essere
risolto. Bisognerebbe organizzare tanti incontri per approfondire l'argomento e
discuterne insieme. Le donne non devono essere lasciate sole, non devono avere paura
di denunciare. Il silenzio alimenta il problema e, purtroppo, ogni giorno la cronaca
nera continua a fornirci notizie di omicidi di una crudeltà assurda, nei confronti
di donne che "si sono prese la libertà" di decidere cosa fare delle proprie vite.
Partiamo dalle scuole, i luoghi in cui si formano gli adulti di domani, per
combattere contro una cultura ideologica di matrice patriarcale. 
Il Dirigente: Prof. Vincenzo Micia 
Ufficio Stampa: Prof.ssa Anna Consales 

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

POLITICA COOKIES

Di seguito presentiamo la nostra Cookies Privacy Policy.

In conformità alla legge sui COOKIES entrata in vigore il 3 Giugno 2015 si avvisa che :

Questo sito consente i cosidetti COOKIES "TECNICI" e solo quelli strettamente necessari al Browser utilizzato dall' utente per la navigazione del sito. I Cookies sono dei piccoli file di testo che i siti visitati dall'utente inviano al dispositivo (solitamente al browser), essi vengono memorizzati nella corrispondente cartella del browser mentre l’utente è intento a visitare un sito web, per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visite successive. Vengono utilizzati con lo scopo di migliorare la navigazione.
Questo sito NON utilizza assolutamente COOKIES cosidetti di "PROFILAZIONE" (utilizzati per tracciare la navigazione dell’utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc.)

POLITICA COOKIES

Di seguito presentiamo la nostra Cookies Privacy Policy.

In conformità alla legge sui COOKIES entrata in vigore il 3 Giugno 2015 si avvisa che :

Questo sito consente i cosidetti COOKIES "TECNICI" e solo quelli strettamente necessari al Browser utilizzato dall' utente per la navigazione del sito. I Cookies sono dei piccoli file di testo che i siti visitati dall'utente inviano al dispositivo (solitamente al browser), essi vengono memorizzati nella corrispondente cartella del browser mentre l’utente è intento a visitare un sito web, per essere poi ritrasmessi agli stessi siti alla visite successive. Vengono utilizzati con lo scopo di migliorare la navigazione.
Questo sito NON utilizza assolutamente COOKIES cosidetti di "PROFILAZIONE" (utilizzati per tracciare la navigazione dell’utente in rete e creare profili sui suoi gusti, abitudini, scelte, ecc.)